CT Sala di Cesenatico

Il Centro Residenziale Accoglienza di Sala di Cesenatico

La sede operativa Centro Accoglienza Residenziale è una comunità di tipo pedagogico riabilitativa a regime residenziale, autorizzata al funzionamento in data 15.06.2010 (Prot. N. 18744) con una capacità ricettiva di 12 posti letto, che accoglie soggetti affetti da dipendenze patologiche da sostanze psicotrope anche in doppia diagnosi se pur ben compensate nella quale è garantito il funzionamento 24 ore al giorno, questa si colloca come struttura di Prima, Seconda e Terza fase all’interno del percorso proposto dalla Coop. Comunità Papa Giovanni XXIII, situata nel comune di Cesenatico (FC) - località Sala, in Via Campone n° 565.

Tel. e Fax. – 0547/7148

Mail:ct.sala@apg23.org

 

 

Storia

All’inizio degli anni ’90 crebbe considerevolmente il numero di persone che si rivolgevano alla nostra Comunità chiedendo di essere inseriti in percorsi di recupero da varie forme di dipendenza patologica.

Si rese quindi necessaria l’apertura di una nuova sede operativa orientata all’inserimento di nuovi utenti.

Nel 1993 venne donata con un lascito testamentario all’Associazione Papa Giovanni XXIII, un edificio sito in via Dardanelli n.41 a Rimini.

Il Centro Residenziale Accoglienza ha continuato a svolgere nel corso degli anni la medesima funzione all’ interno della Cooperativa Papa Giovanni XXIII.

Verso la fine del 2009 si è reso disponibile l’edificio in via Campone 565 di Sala di Cesenatico(FC) in seguito alla cessazione della attività del “Gruppo Vita” che precedentemente lo utilizzava.

 Il Consiglio dell’amministrazione della Coop. Papa Giovanni XXIII ha deciso di trasferire le attività terapeutiche del Centro Residenziale Accoglienza presso la sede operativa di Sala di Cesenatico (FC) che ha ottenuto l’autorizzazione al funzionamento il 15.06.2010.

La sua operatività avviene in stretto collegamento con le altre nostre sedi operative accreditate.

 

 

Linee guida, peculiarità ed obiettivi

 

L’intervento educativo approntato nel Centro Accoglienza Residenziale fa riferimento alla filosofia ed al metodo generale della Cooperativa Comunità Papa Giovanni XXIII.

Vengono accolti nella comunità pedagogico riabilitativa persone che hanno bisogno di un distacco dalla realtà sociale in cui erano immersi.

La vita proposta è basata sui valori essenziali quali: la sincerità, il rispetto reciproco, la responsabilità, l’amore per la vita, l’amicizia, il senso della famiglia, la lotta per ciò che è giusto ,il sacrificio, la condivisione, la compartecipazione ai problemi della società, il senso del mistero, il senso religioso.

Il compito proprio ed essenziale della vita di comunità è quello di portare la persona alla scelta.

La vita si svolge in una organizzazione precisa e fortemente esigente in cui realizzare un intenso lavoro interiore, culturale e pratico.

Il responsabile della comunità, coadiuvato dall’equipe degli operatori garantisce e valuta il cammino degli utenti tramite colloqui singoli e di gruppo, ma soprattutto con la testimonianza di una vita dedicata e spesa per gli altri.

 

Obiettivi Strategici

  • contenimento dell'incidenza e prevalenza del fenomeno tossicodipendenze;
  • tutela della salute psicofisica del tossicodipendente;
  • coordinamento tra enti pubblici, privato sociale per affrontare il problema delle dipendenze mediante programmi di intervento articolati, coordinati e permanenti;
  • presa in carico del tossicodipendente mediante un programma personalizzato che preveda anche il coinvolgimento e la valorizzazione delle risorse del nucleo familiare e del contesto sociale;
  • ampliamento della gamma degli interventi per assicurare risposte adeguate alle differenti esigenze dei soggetti;
  • rimuovere a fondo le cause che hanno generato il disagio nei ragazzi, è importante intervenire non solo su di loro ma anche su tutto ciò che li circonda, partendo proprio dalla famiglia. Le radici della personalità stanno, infatti, nella famiglia e nel rapporto con le figure genitoriali.

Ruolo agito dalla struttura rispetto alla programmazione regionale e locale.

Il “Centro Residenziale Accoglienza”, si colloca come articolazione territoriale dell’offerta complessiva  regionale e nazionale dell’ente madre finalizzata alla prevenzione, cura, riabilitazione del consumo e dipendenza da sostanze stupefacenti.

 In Particolare tale struttura agisce un ruolo definito e condiviso all’interno della Commissione Paritetica Locale di Area Vasta Romagna attraverso la partecipazione di un delegato dell’Ente.

 La Comunità Papa Giovanni XXIII ha aderito all’Accordo di Fornitura tra le Aziende USL costituenti l’Area Vasta Romagna e gli enti del privato sociale accreditato.

La sua partecipazione agli organi collegiali previsti e promossi, lo colloca in una posizione integrata nel sistema dei servizi sul territorio pur nella salvaguardia di un’autonomia che nasce dall’essere parte di un soggetto privato con finalità riconosciute proprie.

 


Commissionaci un lavoro
Sostienici
Il tuo 5x1000
Iscriviti alla newsletter






Consenso alla privacy